Packing List Fotografica – Tracciamento

Packing List Fotografica – Tracciamento delle spedizioni

 

Rimanendo sempre in tema di tracciamento dei dati, torniamo a parlare di packing list fotografica, un metodo innovativo per creare una packing list del materiale spedito all’interno di casse o pallet, con associate le relative fotografie.

Negli ultimi anni, i corrieri espresso hanno dato una svolta notevole alla modalità di spedire i pacchi, introducendo metodi di ottimizzazione e coinvolgendo l’informatica in tutti i passi del processo di spedizione. Fra i vari aspetti introdotti abbiamo il cosiddetto “tracking number” che rappresenta il numero di spedizione e che viene utilizzato per vedere, all’interno del portale del corriere, dove si trova in un dato momento un pacco e in che fase è la spedizione stessa.


Packing List Fotografica - Tracciamento spedizioni | Sygest Srl

Sygest ha voluto contribuire a questo tipo di tracciamento proponendo la packing list fotografica, in grado di aiutare le spedizioni, sia prima della partenza del materiale (evitando così che venisse spedito materiale non corretto o mancante) che nei vari step seguenti, in particolare nei casi di spedizioni dove si attraversano dogane.

La soluzione Packing List Photo nasce principalmente per implicazioni doganali: quante volte la descrizione di una parte non è sufficiente per ottenere l’approvazione della dogana, ma è necessario aprire l’imballo e quindi validare l’informazione.

L’introduzione della foto del pezzo ha decisamente migliorato questo blocco, perché un’immagine descrive una parte molto meglio di una frase. Lo stesso cliente finale, ricevendo anticipatamente le foto, può aiutare a compilare correttamente la tariffa doganale. Le foto vengono tracciate tramite un QR-code, ma anche tramite un link su un portale pubblico.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Tracciamento delle informazioni

Tracciamento dati - monitoraggio informazioni | Sygest Srl

Tracciamento del dato, del prodotto e dell’uomo…

 

Il COVID-19 ha apparentemente portato una nuova necessità: il tracciamento delle persone per capire se sono venute a contatto con altre persone e identificare in questo modo i possibili contagiati.

Il tracciamento è qualcosa di già presente da tempo nel nostro mondo anche se usato per altri obiettivi; possiamo quindi dire che, sebbene ci sia stupore da parte delle persone che vedono nella App “IMMUNI” una possibile violazione della privacy, in realtà eravamo già totalmente tracciati da vari strumenti che usiamo nella nostra vita quotidiana.


Tracciamento dati - monitoraggio informazioni

Il tracciamento delle informazioni è ormai diventato sinonimo di business. Se riflettiamo bene anche la stessa Industry 4.0, in realtà, non è che uno strumento per monitorare i dati (MdM 4.0) con i quali ricavare informazioni con cui fare business. Più dati si hanno a disposizione, più possibilità si ha di conoscere i gusti delle persone e di prevedere il loro comportamento. In questo periodo di COVID-19 l’obiettivo di capire il comportamento delle persone è visto come la salvaguardia della loro salute e del diffondersi della malattia presso altri soggetti.

In tutti i locali privati (aziende) e pubblici (bar, ristoranti, stabilimenti balneari, discoteche – quando riapriranno -) l’obiettivo primario è oggi registrare le persone per tracciarne la presenza negli ultimi 15 giorni. Ma, se ci pensiamo, se la registrazione avviene con strumenti informatici possiamo accoppiare la salvaguardia della salute con la possibilità di avere a disposizione i dati dei clienti, le loro abitudini e quindi poterli invitare a eventi virtuali e reali (quando il problema degli assembramenti non sarà più sussistente).

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Nuovo credito di imposta 2020

Credito di Imposta 2020 - Nuovi incentivi fiscali per le aziende | Sygest Srl

Nuovo credito di imposta 2020 – Importanti incentivi fiscali per Innovazione, Ricerca & Sviluppo

A partire da quest’anno (2020), nell’ambito della Legge 160/2019, il Governo ha operato una ridefinizione degli incentivi fiscali legati al “Piano nazionale Impresa 4.0“, introducendo il nuovo credito di imposta 2020, relativo agli investimenti destinati alle attività di ricerca/sviluppo e innovazione tecnologica, effettuati dalle aziende nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019.

Attraverso il comma 209 dello stesso articolo è stato disposto il superamento e l’anticipata cessazione, per l’esercizio 2020, dell’applicazione del precedente credito d’imposta per gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo (vedi l’Art.3 del D.L. 145/2013).

Al nuovo credito di imposta 2020 possono accedere tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato italiano, che rispettino la normativa sulla sicurezza dei luoghi di lavoro e in regola con il versamento dei contributi assistenziali e previdenziali in favore dei dipendenti.

Le novità introdotte nel credito di imposta 2020 riguardano l’ampliamento delle attività ammissibili soggette all’agevolazione e svolte dalle imprese nel corso di quest’anno, anche in relazione a progetti avviati in periodi d’imposta precedenti:

  • attività di ricerca e sviluppo (così come definite dall’OCSE), ossia attività finalizzate a perseguire (non necessariamente raggiungere) un progresso o un avanzamento delle conoscenze in un campo scientifico o tecnologico, non solo rispetto alla singola impresa;
  • attività d’innovazione tecnologica (così come definite dall’OCSE nel Manuale di Oslo 2018): queste rappresentano una novità assoluta rispetto alla precedente normativa e riguardano attività finalizzate alla realizzazione di prodotti, servizi/processi nuovi o sostanzialmente migliorati rispetto a quelli già realizzati o applicati dall’impresa.

Sono poi soggetti ad agevolazione fiscale, altre tipologie di costi (entro certi limiti), quali: costi di consulenza collegati a tali attività, parte della quota di ammortamento di strumenti, attrezzature e software per il periodo di utilizzo nei progetti, eventuali materiali utilizzati per prove o realizzazione di prototipi.

Il credito di imposta 2020 è pari al:

  • 12% per le attività di ricerca e sviluppo, con un beneficio massimo per azienda pari a 3 milioni di Euro;
  • 6% per le attività di innovazione tecnologica;
  • 10% per le attività di innovazione tecnologica aventi un obiettivo digitale 4.0 e/o ecologico/eco-sostenibile, con un beneficio massimo per azienda pari a 1,5 milioni di Euro.

Sono inoltre previste delle maggiorazioni del 50% del beneficio a fronte di determinate voci di costo, come quelle sostenute per le commesse di ricerca affidate a università italiane e quelle del personale neoassunto a tempo indeterminato con età inferiore a 35 anni e dedito a queste attività.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Tracciabilità e identificazione merce

identificazione merce - tecnologia RFID | Sygest Srl

Tracciabilità e identificazione merce attraverso la tecnologia RFID – Packing List Fotografica

 

Il settore della logistica manifesta da tempo la necessità di disporre di un sistema di identificazione merce in grado di garantire un livello di servizio impeccabile nei confronti del cliente finale.

Per fare questo, Sygest ha deciso di implementare un sistema di tracciabilità e identificazione merce che consente di avere un maggiore controllo sulle spedizioni ed una superiore efficienza organizzativa, basandosi sulla tecnologia RFID con etichette a perdere.

Al momento il settore del Fashion è quello che ha fatto più uso della tecnologia RFID con etichette a perdere, soprattutto per gli articoli di lusso dove il costo dell’etichetta RFID è irrisorio rispetto al valore del materiale, ma la notevole diminuzione di costo può portarla anche su realtà dove il valore del prodotto è decisamente più basso. In più le nuove etichette che possono essere applicate anche sul metallo, consentono di pensare ad introdurlo anche nelle aziende meccaniche.


identificazione merce - tecnologia RFID | Sygest Srl

Sygest ha realizzato una APP innovativa pensata in prima battuta per la ricerca di un pezzo codificato con un TAG RIFD; funziona su terminali Android e andrà ad integrarsi con Packing List Photo, la soluzione ideata da Sygest per creare una packing list del materiale spedito con associate le relative fotografie.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Service 4.0 – Webinar 18 giugno 2020

Service 4.0 – Webinar 18 giugno 2020

Service 4.0: parti di ricambio e manutenzione | Webinar 18 giugno 2020, ore 11:00

Giovedì 18 giugno 2020 dalle 11:00 alle 12:30, Sygest terrà un webinar dedicato al Service 4.0, concentrandosi, in particolare, sugli aspetti riguardanti parti di ricambio e loro spedizione e manutenzione suggeriti dall’impianto.


Service 4.0 - Service Management | Sygest Srl

Per l’occasione EMS Group (azienda specializzata nell’automazione delle linee di confezionamento nei settori food & beverage e vetro) spiegherà come le soluzioni sviluppate da Sygest in ambito Service 4.0 siano state in grado di fornire un grande supporto all’azienda nell’assistenza ai suoi clienti.



Nello specifico durante il webinar si parlerà di:

  • Gestione digitale del service e della ricambistica, grazie ai software Digital Advanced Visualization (DAV) e App Spare Parts (ASP), entrambi moduli della SYS Suite® di Sygest.

  • Packing List Photo (PLP) che, in una fase delicata come quella della spedizione dei ricambi,garantisce un elevato controllo tra materiale spedito e preparato dall’imballatore evitando fermi in dogana, contestazioni da parte dei clienti ed errori di spedizione.

  • MdM 4.0 (Machine-driven Maintenance) una soluzione innovativa di Manutenzione Preventiva Evoluta che predispone un sistema di dialogo fra le macchine in campo e la soluzione Digital Advanced Visualization e mostra graficamente, sul modello 3D della macchina, i problemi in corso e la manutenzione necessaria.

    Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail