Innovation Manager

Innovation Manager - Voucher consulenza in innovazione | Sygest Srl

Innovation Manager – Voucher per consulenza in innovazione

Ai nastri di partenza il Voucher Innovation Manager che prevede un contributo fino a 75 mila Euro per le PMI che vogliono avvalersi di un consulente per la trasformazione digitale. Dal 27 settembre 2019, sarà possibile iscriversi all’elenco dei manager qualificati.

 

Il Voucher Innovation Manager è il contributo a fondo perduto introdotto dal Ministero dello Sviluppo Economico (contenuto all’Interno del Piano Nazionale Industria 4.0) che punta a sostenere le PMI che hanno in atto processi di trasformazione tecnologica, digitale e organizzativa.

All’interno di questo scenario, l’Innovation Manager assume un ruolo cardine: si tratta un professionista il cui compito è quello di favorire i processi di digitalizzazione e riorganizzazione aziendale al fine di sviluppare competenze, sul piano tecnico e manageriale, in grado di consentire la gestione dei profili di complessità organizzativa e produttiva che impone la trasformazione tecnologica.

 

Contributo ministeriale

La dotazione finanziaria stanziata per l’attuazione dell’intervento è pari a 75 milioni di Euro ripartita per ciascuna delle annualità 2019, 2020 e 2021. Il decreto attuativo del 7 maggio 2019 fissa i requisiti per accedere al voucher.

Il contributo è rivolto alle PMI (Micro, Piccole e Medie Imprese operanti sul territorio Nazionale) e alle reti di imprese che hanno assunto risorse manageriali per favorire processi di digitalizzazione: l’Innovation Manager appunto. Il contratto di rete dovrebbe prevedere un minimo di tre imprese.

Il voucher è diversificato in funzione alla tipologia di impresa che ne fa richiesta:

  • Micro e piccole imprese: contributo pari al 50% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 40 mila Euro
  • Medie imprese: contributo pari al 30% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 25 mila Euro
  • Reti di imprese: contributo pari al 50% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 80 mila Euro

Inoltre, gli interventi consulenziali possono essere svolti esclusivamente da persone fisiche o società iscritte all’Albo dei Manager per l’Innovazione.

 

Interventi ammissibili

La consulenza deve essere finalizzata a indirizzare e supportare i processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale delle imprese e delle reti, attraverso l’applicazione di una o più delle tecnologie abilitanti:

  1. big data e analisi dei dati;
  2. cloud, fog e quantum computing;
  3. cyber security;
  4. integrazione delle tecnologie della Next Production Revolution (NPR) nei processi aziendali, anche e con particolare riguardo alle produzioni di natura tradizionale;
  5. simulazione e sistemi cyber-fisici;
  6. prototipazione rapida;
  7. sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA);
  8. robotica avanzata e collaborativa;
  9. interfaccia uomo-macchina;
  10. manifattura additiva e stampa tridimensionale;
  11. internet delle cose e delle macchine;
  12. integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali;
  13. programmi di digital marketing, quali processi trasformativi e abilitanti per l’innovazione di tutti i procedimenti di valorizzazione di marchi e segni distintivi (c.d. “branding”) e sviluppo commerciale verso mercati;
  14. programmi di open innovation.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedintumblrmail

Voucher digitalizzazione 2019

Voucher digitalizzazione 2019 - MISE | Sygest Srl

Voucher digitalizzazione per le imprese: la Legge di Bilancio 2019 prevede fino ad un massimo di 80.000 euro

Voucher digitalizzazione fino a 80.000 euro in favore delle imprese: è la novità presente in uno degli emendamenti della Legge di Bilancio 2019 e che rientra all’interno delle iniziative del piano nazionale di Industria 4.0

Il voucher digitalizzazione è una misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese che prevede un contributo (tramite concessione di un “voucher”) finalizzato alla realizzazione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico: tematiche che Sygest cavalca da anni per fornire ai suoi clienti delle soluzioni software sempre più innovative e performanti.

Quello del voucher digitalizzazione rientra all’interno delle iniziative promosse dal Governo a favore del piano nazionale di Industria 4.0 e punta a:

  • migliorare l’organizzazione del lavoro, mediante sistemi tecnologici innovativi e forme di lavoro flessibile come il telelavoro;
  • aumentare l’efficienza aziendale, attraverso sistemi gestionali e strumenti a supporto della gestione dei processi;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • sfruttare tutti i vantaggi della connessione a banda larga e ultra larga o del collegamento alla rete internet attraverso la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale in materia ICT

La novità introdotta in un emendamento della Legge di Bilancio 2019 e presentato dai Relatori, prevede l’avvio di un nuovo voucher digitalizzazione in favore delle imprese, di un valore massimo di 80.000 euro.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedintumblrmail

E-commerce B2B – Vantaggi per le aziende

E-commerce B2B – Vantaggi business aziende | Sygest Srl

E-commerce B2B: come cambia il modo di fare business tra le aziende

Negli ultimi anni l’utilizzo delle piattaforme e-commerce B2B ha registrato un forte incremento, complice anche l’influenza della digital trasformation e i progressi nel campo della digitalizzazione, portando in dote numerosi vantaggi alle aziende che ne fanno uso.

Si avverte dunque una maggiore sensibilità da parte delle imprese verso le opportunità offerte dall’e-commerce B2B, intesa come una sorta di rivisitazione in ambito digitale del modo in cui un’organizzazione funziona e si relaziona con i propri clienti/fornitori oltre che un elemento essenziale per la competitività.

Le soluzioni di e-commerce B2B (o Business-to-Business) riguardano le transazioni commerciali tra aziende e dunque interessano la catena logistica, ovvero quelle relazioni che un’impresa stabilisce con i propri fornitori per attività di approvvigionamento e pianificazione della produzione, o con clienti professionali dislocati in diversi punti della filiera produttiva.

Una piattaforma e-commerce B2B rappresenta per un’azienda una ricca occasione di sviluppo da sfruttare, che consente di far risparmiare tempo e denaro, oltre che di velocizzare le procedure, moltiplicando cosi le potenziali occasioni di vendita di servizi e prodotti ad altre imprese.

Ad oggi l’utilizzo delle soluzioni di e-commerce B2B è in costante ascesa (e lo dimostrano anche i numeri raggiunti sul mercato) ma, per rispondere adeguatamente alle crescenti richieste e aspettative degli acquirenti business, queste dovranno sempre più incorporare le innovazioni dei modelli B2C (Business-to-Consumer).

 

Alcune considerazioni

  • Il 94% delle imprese esegue una ricerca online prima di effettuare l’acquisto dei prodotti (fonte: Accenture), mentre il 55% compie ricerche online per almeno metà degli acquisti corporate (fonte: Accenture).
  • La digitalizzazione degli acquisti porta a un risparmio che oscilla tra € 25 e € 65 a ciclo (fonte: Osservatorio B2B della School of Management del Politecnico di Milano).
  • Il 52% dei buyer prevede di operare almeno la metà degli acquisti online nei prossimi 3 anni (fonte: Forrester Consulting).
  • Il 49% delle aziende che acquistano online si aspettano di trovare un e-commerce B2B con le stesse caratteristiche di un B2C, che dia cioè la possibilità di trovare offerte, sconti o promozioni.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedintumblrmail

Manutenzione Preventiva Evoluta e Company System

Manutenzione Preventiva Evoluta - Company System | Sygest Srl

Manutenzione Preventiva Evoluta e Company System – Whitepaper di Sygest

Partendo dall’acquisizione dei dati, come può un’azienda generare valore attraverso la Manutenzione Preventiva Evoluta e il Company System? E’ questo il tema di discussione del whitepaper in regalo da Sygest!

In ambito industriale la ricerca ha registrato passi da gigante nel campo dell’analisi dei dati applicati alla Manutenzione Preventiva, con l’obiettivo di favorire il processo di digitalizzazione della produzione. L’idea alla base è di raccogliere il maggior numero di dati possibili, elaborarli e ottenere così tutte le informazioni necessarie a ottimizzare i processi produttivi.


Manutenzione Preventiva Evoluta - Company System | Sygest Srl

I vantaggi ottenibili sono facilmente intuibili: riduzione dei costi di manutenzione degli impianti, diminuzione dei tempi di down-time e razionalizzazione degli investimenti grazie all’allungamento della vita utile dei dispositivi.

Utilizzando un approccio orientato alla Manutenzione Preventiva Evoluta, basata sull’interazione uomo-macchina, è possibile individuare a monte tutte le criticità di un sistema di produzione, prevedendo guasti, stalli e situazioni di malfunzionamento. L’intento è quello di eseguire un intervento manutentivo di revisione, sostituzione o riparazione prima che si manifesti il guasto.

Alla base di tutto ci sono i dati, vero e proprio cuore pulsante della Smart Factory, grazie a cui è possibile monitorare lo stato di salute dell’intero sistema e mettere in atto piani di manutenzione performanti. Partendo dalla grande mole di informazioni a disposizione (Big Data) reperibile in tempo reale, le aziende stanno progredendo verso nuovi modelli di business che vanno oltre la mera produzione, orientandosi fortemente al concetto di Service 4.0.

In questo contesto entra in gioco il Data Mining, processo che descrive l’individuazione di informazioni di varia natura mediante l’estrapolazione mirata da grandi banche dati: le tecniche e le strategie adoperate in questo ambito sono in gran parte automatizzate e costituite da specifici software e algoritmi.

Altro tema chiave per l’azienda in ambito di manutenzione e Service 4.0 è rappresentato dalla gestione del Ticketing System (ovvero il ticket per l’assistenza clienti). Il sistema software che implementa questa soluzione è in grado di gestire tutte le richieste di assistenza pervenute, fornendo numerosi benefici: la pratica del ticket risulta più semplice da organizzare e consente al personale incaricato di risolvere i problemi rapidamente e con maggiore soddisfazione da parte dei clienti.

Mediante un sistema di gestione ticketing, i clienti possono contattare direttamente l’azienda attraverso un canale predisposto e gli operatori hanno una visione completa e sempre aggiornata di ogni singola situazione.

Nell’universo del Service 4.0 gioca un ruolo chiave anche il Company System: uno strumento d’importanza strategica per l’azienda, capace di risolvere in modo efficiente numerosi problemi quotidiani e di fornire diverse opportunità legate ai seguenti ambiti: commerciale, vendite, assistenza, progettazione, calendarizzazione, produzione e qualità.

Il Company System è un sistema informatico che concentra in un’unica soluzione tutte quelle funzioni indispensabili alla gestione dei processi aziendali, comunemente svolte da più applicativi software quali:

  • Customer Relationship Management (CRM)
  • Project Management System (PMS)
  • Ticketing System
  • Product Lifecycle Management (PLM)
  • Manufacturing Execution System (MES)

Come approfondire tutti gli argomenti menzionati in questo articolo? Semplice, leggendo il nostro whitepaper su Manutenzione Preventiva Evoluta e Company System, scaricabile gratuitamente dal sito Sygest!

Whitepaper: indice degli argomenti trattati

Il nostro whitepaper su Manutenzione Preventiva Evoluta e Company System si articola in quattro capitoli:

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedintumblrmail

Corso IFTS per la Fabbrica Digitale

Corso IFTS - Fabbrica Digitale - Industria 4.0 | Sygest Srl

Corso IFTS – Tecnico per la progettazione e lo sviluppo di applicazioni informatiche per la fabbrica digitale

 

lI Cisita, società di servizi per la formazione di Unione Parmense degli Industriali e Gruppo Imprese Artigiane, organizza un corso IFTS, di cui Sygest® è una delle aziende partner, che rilascia la qualifica di “Tecnico per la progettazione e lo sviluppo di applicazioni informatiche per la fabbrica digitale“.

In particolare, i corsi IFTS sono percorsi di formazione progettati e realizzati da Istituti di Istruzione Secondaria Superiore, Enti di Formazione Professionale accreditati, università e imprese della Regione Emilia Romagna,  finalizzati alla formazione di figure tecniche specializzate, in grado di gestire i processi organizzativi e produttivi d’impresa.

Sygest® è da sempre in prima linea per sostenere attività di formazione analoghe, orientate alla valorizzazione della cultura professionale, tecnica, tecnologica e scientifica dei diversi settori produttivi legati all’ambito dell’automazione industriale, sempre più influenzata dal modello dell’Industria 4.0.


Corso IFTS per la Fabbrica Digitale

Quello del corso IFTS in questione è un percorso formativo specializzato che ha l’obiettivo di formare figure tecniche altamente specializzate ed esperte nella realizzazione, installazione e manutenzione di applicazioni software adibite alla trasformazione digitale dei prodotti e dei processi nelle aziende manifatturiere.

Le soluzioni che il tecnico sarà in grado di progettare e sviluppare saranno funzionali alla gestione di sistemi di produzione complessi, basati su infrastrutture di cloud computing e all’integrazione fra dispositivi autonomi, macchine e prodotti con interfacce software innovative di modellazione generativa user-friendly per il trattamento e la visualizzazione dei dati anche su dispositivi mobile.

 

Dettagli del corso IFTS

Il corso IFTS è completamente gratuito in quanto co-finanziato dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 e dalla Regione Emilia-Romagna e prevede un numero massimo di 20 studenti.

Al corso possono iscriversi tutti coloro che hanno la residenza o il domicilio nella regione Emilia Romagna e che:

  • hanno conseguito un diploma di istruzione secondaria superiore (oppure sono stati ammessi al quinto anno di un percorso di scuola secondaria superiore);
  • hanno seguito precedenti percorsi di istruzione, formazione e lavoro (dopo l’assolvimento dell’obbligo di istruzione), acquisendo competenze adeguate per poter frequentare il corso con profitto.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedintumblrmail

Iscriviti al Blog per ricevere tutte le news