Progettazione meccanica – Industry 4.0

progettazione meccanica - Industry 4.0 | Sygest Srl

Sygest: le più avanzate soluzioni di sistema CRM aziendale, programmi di progettazione meccanica 3D e software di gestione aziendale

 

Il termine Industry 4.0 identifica un insieme di tecnologie che si sono progressivamente evolute e diffuse nel settore industriale fin dagli anni ’80 quando i supporti digitali erano solo teorizzati e immaginati. Per poter vedere i primi esempi di programmi di progettazione meccanica 3D si è dovuto aspettare fino al 2005 circa, epoca in cui, da una parte, i progettisti hanno imparato ad adattarsi agli strumenti digitali, dall’altra i computer sono diventati sufficientemente potenti da poter gestire la mole di informazioni e calcoli derivanti dalla progettazione e dal disegno tecnico.

Gli altri elementi che hanno dato maggiore spinta ai software di progettazione meccanica 3D sono stati i numerosi sottoprodotti derivati quali animazioni e rendering, capaci di agevolare ulteriormente il lavoro del progettista e di chiunque dovesse prendere parte al processo di realizzazione.

L’innovazione digitale, tuttavia, non si è fermata alla sola fase di progettazione ma ha anche coinvolto gli aspetti gestionali delle imprese: basti pensare ai software ERP per l’industria e i CRM per la digitalizzazione dei processi commerciali dell’azienda.

Sygest, che ormai da anni punta sulla digitalizzazione dei processi sviluppando software di gestione aziendale, di gestione dei dati di prodotto, e molto altro, offre diverse soluzioni per assistere e supportare le imprese nell’evoluzione verso un panorama digitale capace di migliorare e ottimizzare ogni fase dei processi aziendali.


Progettazione meccanica - Industry 4.0 | Sygest
 

Sviluppa velocemente i cataloghi con Spare Parts Catalog Builder

Tra le punte di diamante Sygest il software per la generazione dei cataloghi ricambi è, forse, il principale progetto su cui si stanno concentrando – i maggiori sforzi di sviluppo.

Sygest è stata fra le prime IT company italiane a puntare con determinazione sui cataloghi 3D consentendo un risparmio fino al 90% di tempo nella produzione dei cataloghi stessi, con evidenti ricadute positive sull’intero processo produttivo. Ascoltando i pareri entusiasti dei clienti, la procedura per la realizzazione di un catalogo ricambi di macchine costruite su commessa è stata ridotta dalle iniziali 40 ore a sole 4 ore di lavoro.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Ticketing e MdM 4.0 – Webinar 15 luglio 2021

Ticketing system - Machine-driven Maintenance | Sygest

Ticketing – la richiesta di assistenza arriva dalla macchina | Webinar 15 luglio 2021, ore 11:00

 

Giovedì 15 luglio 2021 dalle 11:00 alle 12:30 Sygest terrà un webinar in cui verrà illustrato come il sistema di ticketing (SolidRules®Desk) è in grado di integrarsi perfettamente con Machine-driven Maintenance (MdM 4.0), la soluzione ideata per la gestione della manutenzione guidata dalla macchina.



SolidRules® Desk e Machine-driven Maintenance (MdM 4.0) sono applicazioni che si integrano con l’obiettivo di incrementare il grado di automazione industriale in azienda (seguendo il modello di Industria 4.0). Il sistema così integrato punta a ottimizzare l’interazione uomo-macchina e a fornire un supporto di ticketing digitale per un’assistenza completa e intuitiva, al fine di ridurre ed eliminare i tempi di fermo macchina.


Ticketing - assistenza direttamente dalla macchina | Sygest

Machine-driven Maintenance (MdM 4.0) è una soluzione innovativa di manutenzione preventiva evoluta che predispone un sistema di dialogo fra le macchine in campo e la soluzione Digital Advanced Visualization (DAV), mostrando graficamente, sul modello 3D della macchina, i problemi in corso e la manutenzione necessaria.

È una soluzione molto versatile, capace di raccogliere i segnali provenienti da PLC, SCADA e sensori e di posizionarli su database, permettendo così di:

  • rilevare i dati registrati dai dispositivi a intervalli predefiniti;
  • evidenziare allarmi macchina per singolo evento (inizio e fine allarme);
  • registrare i tempi di funzionamento dell’impianto e di singoli azionamenti;
  • registrare i dati di efficienza della macchina in real-time (produttività, fermate, ecc…).

Tutti i dati generati durante l’interazione possono essere raccolti su un local server oppure esportati su una piattaforma in Cloud, permettendo quindi di estrapolare statistiche e indicazioni utili al miglioramento del funzionamento e delle prestazioni delle macchine.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

MECSPE 2020

MECSPE 2020 - Service Management - Automazione Industriale | Sygest Srl

MECSPE 2020 – Sygest parteciperà alla fiera di riferimento dell’industria manifatturiera

Dal 29 al 31 Ottobre 2020 a Parma è in programma MECSPE 2020, il più grande appuntamento dedicato alle innovazioni e alle eccellenze tecnologiche applicate all’industria

Dal 29 al 31 Ottobre 2020, alle Fiere di Parma, si svolgerà MECSPE 2020, l’evento di riferimento per l’industria manifatturiera che ogni anno riunisce fornitori e produttori del mondo dell’automazione. Questa fiera rappresenta il punto d’incontro tra tecnologie per produrre e filiere industriali, grazie alla sinergia tra i saloni che si svolgono in contemporanea e le innovative formule espositive: piazze dell’eccellenza, unità dimostrative e isole di lavorazione.

Sygest sarà presente a MECSPE 2020 allo stand C66 (Padiglione 6) per presentare la propria gamma completa di soluzioni ideate per il Service Management e per l’automazione industriale. In particolare, le applicazioni ideate per l’automazione industriale sono sviluppate rispettando il modello di Industria 4.0, ottimizzando l’interazione uomo-macchina e fornendo un supporto completo e intuitivo per eliminare i tempi di fermo macchina.


MECSPE 2020 - Service Management - Automazione Industriale | Sygest Srl

Parliamo di soluzioni software innovative, in grado di offrire ai vendor di macchine industriali delle nuove e vantaggiose opportunità legate alla gestione della manutenzione, proponendo allo stesso tempo dei sistemi capaci di garantire elevati standard di affidabilità e alti gradi di flessibilità, associati a una forte automazione.

Sygest ti dà già da ora la possibilità di prenotare una DEMO gratuita, relativa a una o più soluzioni proposte, che verrà eseguita all’interno dello stand durante le giornate di MECSPE 2020. Contemporaneamente alla prenotazione della demo, riceverai un ingresso omaggio alla fiera.

 


 

MECSPE 2020: le soluzioni proposte da Sygest

A MECSPE 2020, all’interno dello stand C66 (Padiglione 6), Sygest illustrerà tutta la propria gamma di prodotti realizzati per l’automazione industriale e per il service 4.0. In particolare:

  1. MdM 4.0 (Machine-driven Maintenance): è una soluzione innovativa di Manutenzione Preventiva Evoluta che predispone un sistema di dialogo fra le macchine in campo e la soluzione Digital Advanced Visualization (DAV – modulo della SYS Suite® di Sygest) mostrando graficamente, sul modello 3D della macchina, i problemi in corso e la manutenzione necessaria. Tutti i dati che vengono generati durante l’interazione tra le macchineDAV sono trasmessi e immagazzinati sul cloud allo scopo di supportare, in modo efficace ed efficiente, future decisioni strategiche e operativeMdM 4.0 (Machine-driven Maintenance) si pone come obiettivo quello di rendere più forte e proattivo il rapporto di collaborazione tra i fornitori di macchine e i loro clienti.

  2. Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Industry 4.0

Industry 4.0 - Preventive Maintenance | Sygest Srl

Industry 4.0 – L’importanza del tracciamento dati

 

Un paio di anni fa fui intervistato da un gruppo di ricercatori universitari che stavano monitorando il comportamento delle aziende a fronte delle nuove prospettive offerte da Industry 4.0 e, nel contempo, chiedevano di comunicare la propria idea di cosa fosse questa nuova rivoluzione industriale.

Da “buon tecnico” ho cominciato ad enunciare gli aspetti tecnici prevalenti e a sottolineare l’importanza del passaggio dal concetto di prodotto a quello di servizio. Alla fine mi sono permesso di chiedere quale fosse, per il gruppo di ricercatori, il vero significato di Industry 4.0 e la risposta mi fu data dal loro responsabile, professore universitario di Economia: “la grande mole di dati gestiti e ottenuti consentiva di sviluppare business sotto svariate forme”.

Se prendiamo l’esempio di un’azienda che produce impianti industriali, tracciare il dato attraverso una raccolta costante di informazioni, in effetti genera business. sia per il costruttore che per l’utilizzatore. Il costruttore può infatti rendersi proattivo nei confronti del cliente, fornendo un servizio ad alto valore aggiunto che consenta di ottimizzare il rendimento degli impianti e, di conseguenza, dare una maggiore continuità produttiva all’utilizzatore finale.


Industry 4.0 - Preventive Maintenance | Sygest Srl

Spesso infatti il costo della materia prima è poca cosa rispetto al costo complessivo su cui incidono soprattutto gli oneri relativi a manodopera e impianti: che io produca 10 o 100 non incido sui costi, ma sui ricavi.

Uno degli aspetti su cui ha puntato Sygest nel fornire la propria soluzione in ambito Industry 4.0 è il progetto MdM 4.0 (Machine-driven Maintenance). Si tratta di una soluzione innovativa rivolta ai costruttori di macchine e impianti complessi.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Nuovo credito di imposta 2020

Credito di Imposta 2020 - Nuovi incentivi fiscali per le aziende | Sygest Srl

Nuovo credito di imposta 2020 – Importanti incentivi fiscali per Innovazione, Ricerca & Sviluppo

A partire da quest’anno (2020), nell’ambito della Legge 160/2019, il Governo ha operato una ridefinizione degli incentivi fiscali legati al “Piano nazionale Impresa 4.0“, introducendo il nuovo credito di imposta 2020, relativo agli investimenti destinati alle attività di ricerca/sviluppo e innovazione tecnologica, effettuati dalle aziende nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019.

Attraverso il comma 209 dello stesso articolo è stato disposto il superamento e l’anticipata cessazione, per l’esercizio 2020, dell’applicazione del precedente credito d’imposta per gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo (vedi l’Art.3 del D.L. 145/2013).

Al nuovo credito di imposta 2020 possono accedere tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato italiano, che rispettino la normativa sulla sicurezza dei luoghi di lavoro e in regola con il versamento dei contributi assistenziali e previdenziali in favore dei dipendenti.

Le novità introdotte nel credito di imposta 2020 riguardano l’ampliamento delle attività ammissibili soggette all’agevolazione e svolte dalle imprese nel corso di quest’anno, anche in relazione a progetti avviati in periodi d’imposta precedenti:

  • attività di ricerca e sviluppo (così come definite dall’OCSE), ossia attività finalizzate a perseguire (non necessariamente raggiungere) un progresso o un avanzamento delle conoscenze in un campo scientifico o tecnologico, non solo rispetto alla singola impresa;
  • attività d’innovazione tecnologica (così come definite dall’OCSE nel Manuale di Oslo 2018): queste rappresentano una novità assoluta rispetto alla precedente normativa e riguardano attività finalizzate alla realizzazione di prodotti, servizi/processi nuovi o sostanzialmente migliorati rispetto a quelli già realizzati o applicati dall’impresa.

Sono poi soggetti ad agevolazione fiscale, altre tipologie di costi (entro certi limiti), quali: costi di consulenza collegati a tali attività, parte della quota di ammortamento di strumenti, attrezzature e software per il periodo di utilizzo nei progetti, eventuali materiali utilizzati per prove o realizzazione di prototipi.

Il credito di imposta 2020 è pari al:

  • 12% per le attività di ricerca e sviluppo, con un beneficio massimo per azienda pari a 3 milioni di Euro;
  • 6% per le attività di innovazione tecnologica;
  • 10% per le attività di innovazione tecnologica aventi un obiettivo digitale 4.0 e/o ecologico/eco-sostenibile, con un beneficio massimo per azienda pari a 1,5 milioni di Euro.

Sono inoltre previste delle maggiorazioni del 50% del beneficio a fronte di determinate voci di costo, come quelle sostenute per le commesse di ricerca affidate a università italiane e quelle del personale neoassunto a tempo indeterminato con età inferiore a 35 anni e dedito a queste attività.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail