E-commerce B2B – Vantaggi per le aziende

E-commerce B2B – Vantaggi business aziende | Sygest Srl

E-commerce B2B: come cambia il modo di fare business tra le aziende

Negli ultimi anni l’utilizzo delle piattaforme e-commerce B2B ha registrato un forte incremento, complice anche l’influenza della digital trasformation e i progressi nel campo della digitalizzazione, portando in dote numerosi vantaggi alle aziende che ne fanno uso.

Si avverte dunque una maggiore sensibilità da parte delle imprese verso le opportunità offerte dall’e-commerce B2B, intesa come una sorta di rivisitazione in ambito digitale del modo in cui un’organizzazione funziona e si relaziona con i propri clienti/fornitori oltre che un elemento essenziale per la competitività.

Le soluzioni di e-commerce B2B (o Business-to-Business) riguardano le transazioni commerciali tra aziende e dunque interessano la catena logistica, ovvero quelle relazioni che un’impresa stabilisce con i propri fornitori per attività di approvvigionamento e pianificazione della produzione, o con clienti professionali dislocati in diversi punti della filiera produttiva.

Una piattaforma e-commerce B2B rappresenta per un’azienda una ricca occasione di sviluppo da sfruttare, che consente di far risparmiare tempo e denaro, oltre che di velocizzare le procedure, moltiplicando cosi le potenziali occasioni di vendita di servizi e prodotti ad altre imprese.

Ad oggi l’utilizzo delle soluzioni di e-commerce B2B è in costante ascesa (e lo dimostrano anche i numeri raggiunti sul mercato) ma, per rispondere adeguatamente alle crescenti richieste e aspettative degli acquirenti business, queste dovranno sempre più incorporare le innovazioni dei modelli B2C (Business-to-Consumer).

 

Alcune considerazioni

  • Il 94% delle imprese esegue una ricerca online prima di effettuare l’acquisto dei prodotti (fonte: Accenture), mentre il 55% compie ricerche online per almeno metà degli acquisti corporate (fonte: Accenture).
  • La digitalizzazione degli acquisti porta a un risparmio che oscilla tra € 25 e € 65 a ciclo (fonte: Osservatorio B2B della School of Management del Politecnico di Milano).
  • Il 52% dei buyer prevede di operare almeno la metà degli acquisti online nei prossimi 3 anni (fonte: Forrester Consulting).
  • Il 49% delle aziende che acquistano online si aspettano di trovare un e-commerce B2B con le stesse caratteristiche di un B2C, che dia cioè la possibilità di trovare offerte, sconti o promozioni.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Blockchain nel B2B, Industria 4.0 e IoT

Blockchain - B2B - Industria 4.0 - IoT | Sygest

Blockchain – Principali applicazioni per aziende B2B, Industria 4.0 e Internet of Things (IoT)

La Blockchain, che letteralmente vuol dire “catena di blocchi”, è una struttura dati condivisa e immutabile, definita come un registro digitale le cui voci sono raggruppate in “pagine” (dette blocchi), concatenate in ordine cronologico e la cui integrità viene garantita da primitive crittografiche. Nonostante la sua dimensione sia destinata a crescere nel tempo, questa resta immutabile dato che il suo contenuto una volta scritto è non più modificabile né eliminabile, a meno di non invalidare l’intera struttura.

La Blockchain può essere definita come un database distribuito e decentralizzato, gestito da una rete di nodi, ognuno dei quali ne possiede una copia privata. Non è richiesto che i nodi coinvolti conoscano l’identità reciproca o si fidino l’uno dell’altro. Per garantire la coerenza tra le varie copie, l’aggiunta di nuovo blocco è globalmente regolata da un protocollo condiviso. Una volta autorizzata l’aggiunta del nuovo blocco, ogni nodo aggiorna la propria copia privata: la natura stessa della struttura dati garantisce l’assenza di una sua manipolazione futura.

Grazie a queste caratteristiche, la Blockchain può essere paragonata alle banche dati e ai registri gestiti in maniera centralizzata da autorità riconosciute e regolamentate (pubbliche amministrazioni, banche, assicurazioni, intermediari di pagamento, ecc.), rappresentando difatti un’alternativa in termini di sicurezza, affidabilità e costi.

Quando si parla di applicazioni della Blockchain, la prima cosa che viene subito in mente sono le criptovalute quali Bitcoin, BlackcoinDash e Nxt.  Questa tecnologia possiede comunque un enorme potenziale e viene utilizzata in diversi ambiti, ad esempio come quello delle aziende B2B, per trasformare i modelli operativi nel lungo periodo.

La tecnologia Blockchain ha tutte le carte in regola per diventare il punto di partenza del cosiddetto Internet of Value: un sistema di cripto valute vigilate, dove la rete digitale di nodi si scambia valore seguendo un sistema di algoritmi e regole crittografiche tramite asset digitali.

 

Applicazioni della Blockchain per le aziende B2B

Come abbiamo avuto modo di analizzare, la Blockchain è in grado di autenticare le informazioni digitali e di conseguenza creare valore. Nell’ambito delle aziende B2B, questa tecnologia è in grado di aprire gli scenari a nuove soluzioni:

  • Contratti intelligenti: il database distribuito consente la codifica dei singoli contratti, eseguiti solo dopo l’incontro di condizioni specifiche.
  • Data management: dato che può essere facilmente distribuito in piccole quantità, il Bitcoin sarà probabilmente la valuta usata per le transazioni relative alla gestione e vendita dei dati generati dalle attività online.
  • Sharing economy: abilitando un sistema di pagamenti peer-to-peer, la Blockchain apre gli scenari alle interazioni dirette tra le parti, con un’economia decentralizzata e di condivisione.
  • Governance: rendendo i risultati accessibili e disponibili a tutti gli utenti, la tecnologia di database distribuita può dare piena trasparenza a votazioni/elezioni o a qualsiasi altro tipo di sondaggio.
  • E-commerce B2B: viene fornita una maggiore sicurezza a queste piattaforme, semplificando lo scambio, la condivisione di documenti tra aziende ed evitando le truffe online
  • Stock Trading: quando viene eseguito un peer-to-peer, le conferme commerciali diventano quasi istantanee; così facendo gli intermediari (come i revisori, i custodi, etc.) vengono rimossi dal processo.
  • Protezione della proprietà intellettuale: gli Smart Contracts proteggono il copyright e automatizzano la vendita di lavori creativi online, eliminando il rischio della copia di file e della loro distribuzione senza il consenso dell’autore.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Industrial Internet of Things

Industrial Internet of Things - Industria 4.0 | Sygest Srl

Industrial Internet of Things (IIoT) – Soluzioni per l’Industria 4.0

 

Industrial Internet of Things o (Industry 4.0) è un’espressione molto popolare nel mondo anglosassone per identificare le tecnologie, utilizzate nel contesto industriale, diventate più smart e quindi in grado di rivoluzionare interamente lo scenario aziendale e produttivo, sempre più connesso e ottimizzato attraverso dati e analisi digitali.

Lo scopo dell’Industrial Internet of Things (IIoT) è quello di ottimizzare il processo produttivo connettendo tra loro le macchine, rilevando, acquisendo ed elaborando dati che consentano analisi e manutenzione predittiva, con conseguente risparmio dei costi. Questo è stato uno dei temi trattati nel corso del seminario intitolato “Dalla progettazione CAD al post vendita“, organizzato da Sygest nella giornata di martedi 6 novembre 2018.

Le macchine e i dispositivi collocati all’interno del sistema di produzione possono comunicare e inviare dati attraverso tre modalità: mediante connessione al PLC, a sistemi SCADA o tramite interfacce software in grado di dialogare con dispositivi IoT, sensori intelligenti, etc..

 

1 – PLC

Nonostante l’Industrial Internet of Things o (Industry 4.0) stia facendo passi da gigante il pilastro dell’automazione industriale rimane il PLC, considerato il principale centro di controllo per un sistema di produzione e l’unità di elaborazione centrale per tutte le decisioni in tempo reale.

I PLC vengono progettati per essere dispositivi autonomi e programmabili, in grado di reagire agli input/output ricevuti. Gli algoritmi di controllo al loro interno rispondono alle variazioni di livello logico di pilotaggio che comandano gli attuatori esterni.

I moderni PLC devono garantire:

  • controllo ad alte prestazioni, gli ambienti di produzione necessitano di PLC per elaborare istruzioni, interruzioni e supporto HMI integrato ad alta velocità;
  • connettività di tipo M2M, ovvero Machine-to-Machine, richiedendo così il supporto di più protocolli Industrial Ethernet;
  • sicurezza nelle comunicazioni e interoperabilità funzionale tra diverse piattaforme informatiche.

 

2 – Sistemi SCADA

I sistemi SCADA (acronimo di “Supervisory Control And Data Acquisition” ovvero “controllo di supervisione e acquisizione dati“) sono progettati per controllare un intero impianto di produzione industriale, anche a distanza.

Attraverso sensori e altri strumenti di misurazione collegati a macchinari e strutture della fabbrica, i sistemi SCADA garantiscono un controllo dell’intero sistema. Quando parliamo di sistemi SCADA ci riferiamo a un sistema informatico distribuito in grado di occuparsi della supervisione, raccolta dati e del controllo dell’impianto.

I sistemi SCADA supportano i processi decisionali in azienda e garantiscono un notevole sviluppo dell’automazione industriale, garantendo un controllo esaustivo del processo produttivo in tempo reale, riducendo la necessità di controlli manuali e la presenza fisica di operatori specializzati.

Attraverso la connettività alla rete Internet è infatti possibile accedere ai sistemi SCADA anche da remoto, sfruttando una connessione protetta (ad esempio tramite una VPN) per interagire con il pannello di controllo dell’impianto di produzione.

 
Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Manutenzione Preventiva Evoluta e Company System

Manutenzione Preventiva Evoluta - Company System | Sygest Srl

Manutenzione Preventiva Evoluta e Company System – Whitepaper di Sygest

Partendo dall’acquisizione dei dati, come può un’azienda generare valore attraverso la Manutenzione Preventiva Evoluta e il Company System? E’ questo il tema di discussione del whitepaper in regalo da Sygest!

In ambito industriale la ricerca ha registrato passi da gigante nel campo dell’analisi dei dati applicati alla Manutenzione Preventiva, con l’obiettivo di favorire il processo di digitalizzazione della produzione. L’idea alla base è di raccogliere il maggior numero di dati possibili, elaborarli e ottenere così tutte le informazioni necessarie a ottimizzare i processi produttivi.


Manutenzione Preventiva Evoluta - Company System | Sygest Srl

I vantaggi ottenibili sono facilmente intuibili: riduzione dei costi di manutenzione degli impianti, diminuzione dei tempi di down-time e razionalizzazione degli investimenti grazie all’allungamento della vita utile dei dispositivi.

Utilizzando un approccio orientato alla Manutenzione Preventiva Evoluta, basata sull’interazione uomo-macchina, è possibile individuare a monte tutte le criticità di un sistema di produzione, prevedendo guasti, stalli e situazioni di malfunzionamento. L’intento è quello di eseguire un intervento manutentivo di revisione, sostituzione o riparazione prima che si manifesti il guasto.

Alla base di tutto ci sono i dati, vero e proprio cuore pulsante della Smart Factory, grazie a cui è possibile monitorare lo stato di salute dell’intero sistema e mettere in atto piani di manutenzione performanti. Partendo dalla grande mole di informazioni a disposizione (Big Data) reperibile in tempo reale, le aziende stanno progredendo verso nuovi modelli di business che vanno oltre la mera produzione, orientandosi fortemente al concetto di Service 4.0.

In questo contesto entra in gioco il Data Mining, processo che descrive l’individuazione di informazioni di varia natura mediante l’estrapolazione mirata da grandi banche dati: le tecniche e le strategie adoperate in questo ambito sono in gran parte automatizzate e costituite da specifici software e algoritmi.

Altro tema chiave per l’azienda in ambito di manutenzione e Service 4.0 è rappresentato dalla gestione del Ticketing System (ovvero il ticket per l’assistenza clienti). Il sistema software che implementa questa soluzione è in grado di gestire tutte le richieste di assistenza pervenute, fornendo numerosi benefici: la pratica del ticket risulta più semplice da organizzare e consente al personale incaricato di risolvere i problemi rapidamente e con maggiore soddisfazione da parte dei clienti.

Mediante un sistema di gestione ticketing, i clienti possono contattare direttamente l’azienda attraverso un canale predisposto e gli operatori hanno una visione completa e sempre aggiornata di ogni singola situazione.

Nell’universo del Service 4.0 gioca un ruolo chiave anche il Company System: uno strumento d’importanza strategica per l’azienda, capace di risolvere in modo efficiente numerosi problemi quotidiani e di fornire diverse opportunità legate ai seguenti ambiti: commerciale, vendite, assistenza, progettazione, calendarizzazione, produzione e qualità.

Il Company System è un sistema informatico che concentra in un’unica soluzione tutte quelle funzioni indispensabili alla gestione dei processi aziendali, comunemente svolte da più applicativi software quali:

  • Customer Relationship Management (CRM)
  • Project Management System (PMS)
  • Ticketing System
  • Product Lifecycle Management (PLM)
  • Manufacturing Execution System (MES)

Come approfondire tutti gli argomenti menzionati in questo articolo? Semplice, leggendo il nostro whitepaper su Manutenzione Preventiva Evoluta e Company System, scaricabile gratuitamente dal sito Sygest!

Whitepaper: indice degli argomenti trattati

Il nostro whitepaper su Manutenzione Preventiva Evoluta e Company System si articola in quattro capitoli:

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Impresa 4.0 – Bando della Camera di Commercio di Parma

Impresa 4.0 - Camera Commercio Parma - Bando | Sygest Srl

Impresa 4.0 – Bando di concessione di contributi attraverso voucher per servizi di consulenza e formazione

In ambito Impresa 4.0, la Camera di Commercio di Parma ha approvato il progetto “Punto Impresa Digitale” (PID) che ha l’obiettivo di promuovere la diffusione del processo di digitalizzazione nelle micro, piccole e medie imprese (definite con l’acronimo MPMI) attraverso interventi di:

  • formazione mirata alla diffusione della cultura digitale tra le MPMI;
  • aumento della consapevolezza da parte delle imprese, dei vantaggi e benefici derivanti dall’utilizzo delle nuove tecnologie;
  • sostegno economico alle iniziative incentrate sul processo di digitalizzazione in ottica Impresa 4.0.

Delle agevolazioni del bando potranno beneficiare tutte le MPMI che hanno sede operativa nella provincia di Parma (escluso magazzino o deposito).

Il fine è quello di finanziare attraverso l’utilizzo di voucher, ovvero contributi a fondo perduto, l’acquisto di servizi di formazione e consulenza finalizzati all’introduzione delle nuove tecnologie nell’abito del programma Impresa 4.0, che nello specifico riguardano i seguenti ambiti.

 

GRUPPO A)

Utilizzo delle suddette tecnologie, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi:

  • Soluzioni per la manifattura avanzata;
  • Manifattura additiva;
  • Realtà Aumentata e Realtà Virtuale;
  • Simulazione;
  • Integrazione verticale e orizzontale;
  • IIoT (Industrial Internet of Things) e IoT (Internet of Things);
  • Cloud;
  • Cyber Security e Business Continuity;
  • Big Data e Analytics.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Iscriviti al Blog per ricevere tutte le news