Project Management 4.0

Project Management 4.0 | Sygest Srl

Project Management 4.0 – Gestione digitale dei progetti in ambito meccanico

Ieri, Giovedì 27 aprile, l’Ing. Artemio Bisaschi (presidente di Sygest Srl) è intervenuto come relatore al corso sul Project Management 4.0, organizzato dall’ente Forma Futuro e inserito nell’offerta formativa 2016/2017.

La qualifica professionale che viene riconosciuta al termine di questo percorso formativo è quella del “Tecnico esperto nella gestione dei progetti”: con competenze per la gestione digitale dei progetti in ambito meccanico.

Il corso, della durata complessiva di 600 ore di cui 240 di stage, si svolge nella sede di Forma Futuro (Via La Spezia, 110 – Parma): iniziato nel mese di marzo 2017 terminerà poi a novembre 2017.

Nell’arco della giornata di formazione legate al Project Management 4.0, l’Ing. Bisaschi, ha affrontato le seguenti tematiche:

  1. La realizzazione e gestione della documentazione tecnica di prodotto e del Training Book
  2. La realizzazione e la gestione tradizionale della documentazione di prodotto
  3. L’evoluzione orientata al 4.0
  4. Redazione dei manuali di uso, manutenzione e formazione
  5. Integrazione CAD/PDM/PLM: Manualistica, Uso, Manutenzione e Formazione
  6. Realizzazione e gestione dei manuali ricambi interattivi
  7. Integrazione CAD/PDM/PLM e manuale ricambi
  8. Utilizzo della documentazione in mobilità, in tempo reale, ed in remoto attraverso la “rete”

L’Industria 4.0 è uno dei temi focali su cui Sygest punta: nel corso di questi 20 anni, l’azienda ha creduto e investito risorse in ricerca e sviluppo sugli aspetti riguardanti la digitalizzazione e l’informatizzazione, ponendosi al servizio delle aziende metalmeccaniche e della PA (Pubblica Amministrazione).

Le soluzioni software sviluppate da Sygest puntano ad affiancare l’azienda in tutti i suoi processi: ERPPDM e service.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Piano di Progetto

Piano di progetto - Fabbrica 4.0 | Sygest

Fabbrica 4.0: l’importanza del piano di progetto nell’era digitale

 

Nel moderno contesto aziendale, caratterizzato da una continua e serrata competizione a livello globale, le imprese devono imparare a fare sistema, non solo da un punto di vista strategico ma anche prettamente lavorativo ed è qui che entra prepotentemente in gioco il piano di progetto.

Come sottolineato più volte dalla Fabbrica 4.0, il livello di innovazione costringe oggi le aziende ad interrogarsi sulle iniziative digitali da intraprendere. Molti settori sono oggetto di cambiamenti e nuove sfide dovute alla diffusione di: dispositivi mobile di ultima generazione, sistemi cloud in grado di raccogliere un grande volume di dati e soluzioni software all’avanguardia.

Gli investimenti possono essere molto rilevanti a fronte di risultati che non trovano né realizzazione economica nell’immediato, né certezza di ritorni positivi. Diviene quindi cruciale per le aziende la fase stesura di un piano di progetto che dia le basi perseguire traguardi importanti.

 

Piano di progetto: guida ai criteri di pianificazione

Ogni qual volta si realizza un progetto occorre sempre stabilire a monte quali sono le variabili da prendere in considerazione e gli attori da coinvolgere. Senza un efficace piano di progetto (o piano di project management) la probabilità che un progetto possa fallire sul nascere o che non riesca a centrare tutti i suoi obiettivi è molto alta.

Qualunque sia la dimensione del progetto in esame, il piano di progetto costituirà la “rotta” da seguire, ovvero il punto di riferimento (baseline) rispetto al quale calcolare gli scostamenti ed individuare gli interventi correttivi in corso d’opera, in modo che tutto rimanga in linea con le attese degli stakeholder. In assenza di un piano di progetto non sarà invece possibile monitorare continuamente il progetto ed eventualmente ripianificarlo alla luce dell’andamento reale delle attività.

La perfetta conoscenza delle problematiche del cliente non costituisce una condizione sufficiente a garantire il successo di una soluzione progettuale. Diventa indispensabile considerare il contributo delle tecnologie, non solo come strumenti attuativi, ma anche come opportunità utili per individuare altri possibili sviluppi e scenari.


Piano di Progetto - Fabbrica 4.0 | Sygest Srl

 

Come predisporre un piano di progetto operativo: approccio proposto

Per predisporre un piano di progetto operativo è indispensabile classificare in maniera uniforme tutte le singole attività, confrontare i diversi strumenti a disposizione, favorirne il loro riutilizzo e verificare lo stadio di evoluzione del progetto. Lo schema che viene proposto di seguito classifica le attività in 15 tipologie, accorpandole in 4 fasi: preparazione e avvio del progetto, analisi e riprogettazione dei processi, realizzazione del progetto informatico e verifica dei risultati.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail