PagoPA

PagoPA | Sygest Srl

PagoPA: inizia il conto alla rovescia per tutte le amministrazioni

 

PagoPA è il sistema di pagamento elettronico realizzato dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) in attuazione dell’Articolo 5 del CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale). Questo scenario rientra nel percorso di attuazione delle diverse iniziative normative che le Pubbliche Amministrazioni (PA) del Paese devono realizzare e promuovere nell’ambito della Programmazione Comunitaria 2014-2020, insieme a SPID e Italia Login. Il fine di queste iniziative è quello di conseguire i seguenti obiettivi: razionalizzazione e contenimento della spesa pubblica, garanzia di omogeneità di offerta ed elevati livelli di sicurezza.

Le Pubbliche Amministrazioni sono obbligate ad aderire al sistema PagoPA entro il 31 Dicembre 2015

 

Che cos’è il sistema PagoPA?

Il sistema di pagamenti elettronici PagoPA consente ai cittadini e alle imprese di effettuare qualsiasi pagamento verso le Pubbliche Amministrazioni (PA) e i gestori di servizi di pubblica utilità in modalità elettronica.

Questo sistema permette a cittadini ed imprese di:

  • scegliere il prestatore del servizio di pagamento;
  • scegliere tra più strumenti di pagamento;
  • scegliere il canale tecnologico di pagamento preferito;
  • conoscere preventivamente i costi massimi dell’operazione da effettuare;
  • avere garanzia della correttezza dell’importo da pagare;
  • ottenere immediatamente una ricevuta con valore liberatorio.

Nel caso della Pubblica Amministrazione (PA), invece, il sistema permette di:

  • velocizzare la riscossione degli incassi, ottenendone l’esito in tempo reale e potendo effettuare la relativa riconciliazione in modo certo e automatico;
  • ridurre i costi e ottimizzare i tempi di sviluppo delle nuove applicazioni online;
  • eliminare la necessità di stipulare specifici accordi con i prestatori di servizi di riscossione.

 

Sygest Srl ha sviluppato la soluzione SyAnthus per ovviare la pratica della sottomissione di istanze che prevedono anche un pagamento verso la Pubblica Amministrazione (allegando tutti i documenti richiesti). Al momento, è in fase di valutazione la realizzazione del canale di pagamento verso il sistema PagoPA..

Per accedere alla pagina di AgID: clicca qui.

 

Info e contatti

Per ricevere ulteriori informazioni in merito al sistema PagoPA e per conoscere tutte le soluzioni software di Sygest Srl. ti invitiamo a scrivere all’indirizzo mail e.corradini@sygest.it e a visitare i nostri siti web: www.sygest.com e www.manualipdf.it

 

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Google e il Garante per la tutela della privacy

Google e il Garante per la tutela della privacy

La questione tra Google e il Garante per la tutela della privacy degli utenti italiani

 

Per la prima volta in Europa, Google dovrà assoggettarsi a verifiche periodiche che monitorino l’avanzamento dei lavori di adeguamento della propria piattaforma a una normativa nazionale. Quella voluta dal Garante per la tutela degli utenti italiani.

 
Google e il Garante per la tutela della privacy - Sygest Srl

Queste, in sintesi, le più importanti misure che Google dovrà implementare nel corso del 2015 :

 

  • Informativa sulla Privacy.
    1. La società dovrà migliorare la privacy policy, rendendola chiara, accessibile e differenziandola in base ai servizi offerti (ad esempio Gmail, Google Wallet, Chrome, etc.).
    2. L’informativa dovrà includere, tra l’altro, dettagli sulle finalità e modalità del trattamento dei dati degli utenti, inclusa la profilazione effettuata mediante l’incrocio dei dati tra diversi servizi, l’utilizzo dei cookie e di altri identificativi come il fingerprinting (un sistema che raccoglie informazioni sulle modalità di utilizzo del terminale da parte dell’utente e le archivia direttamente presso i server della società).
    3. Dovrà inoltre predisporre un archivio con le precedenti versioni del testo dell’informativa, così da consentire agli utenti di verificare le modifiche via via apportate.
  • Consenso dell’utente. Se vorrà profilare chi utilizza i suoi servizi, Google dovrà prima ottenerne il consenso informato.
  • Conservazione e cancellazione dei dati. La multinazionale statunitense dovrà ulteriormente migliorare le modalità di conservazione e di cancellazione dei dati personali degli utenti.
  • Richieste di rimozione delle informazioni dai risultati di ricerca da parte degli utenti. Continuerà lo scambio di informazioni in merito alle richieste di rimozione che Google ha ricevuto da parte degli utenti italiani, così da poter monitorare le modalità di applicazione del cosiddetto diritto all’oblio.

 

– Per maggiori informazioni leggi l’articolo completo.

 
 

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Manuali Ricambi PDF Interattivi 2D/3D

Jbt sceglie I Manuali Ricambi Interattivi PDF 2D/3D

 

Ecco perché e come funzionano




 

JBT ha scelto la tecnologia Sygest per Creare e Gestire Manuali Ricambi PDF Interattivi con notevoli vantaggi. Utilizzare i manuali in PDF 2D/3D interattivi può essere oggi semplice ed intuitivo grazie al sistema Stand Alone di Sygest (file autoconsistente) che non richiede di installare alcun software se non Adobe Reader.

I vantaggi sono così immediati, potendo gli utilizzatori, mentre visionano il manuale PDF, ordinare direttamente i ricambi cliccando sul pezzo desiderato. In tal modo si riducono anche gli errori di compilazione e di generazione delle offerte.

La generazione stessa dei manuali è automatica e si popola direttamente dai dati CAD/ERP/PDM. Inoltre, se si opta per il 3D, l’ Ufficio Manualistica non dovrà più effettuare operativamente le messe in tavola con riduzione di carichi di lavoro, errori e tempistiche.

La protezione dei dati è garantita da Sygest che, come partner certificato Adobe, può fornire tutta la tecnologia del Digital Right Management con supporto distributivo e accessibilità dei documenti in tutta sicurezza.

 

Guida all’utilizzo del PDF per Manuali Ricambi

Scopri come si seleziona il pezzo dal manuale PDF interattivo

Muovendosi sull’esploso sarà facile notare che, una volta arrivati sul pallino con il cursore, questo risulta cliccabile. Sul lato si aprirà un menù a tendina contenente tutte le informazioni relative al pezzo (vengono gestiti anche i kit di componenti).
Cliccando sul pallino si ha la possibilità di caricare il pezzo o i pezzi, nel caso di kit, nel carrello ordini – a sua volta modificabile prima di essere salvato ed inviato.
L’ordine d’acquisto può essere ricevuto dall’azienda con un sistema di e-commerce (SalesPro) che si va ad integrare direttamente al sistema ERP presente in azienda.

 

A chi si rivolge la tecnologia Sygest per creare manuali ricambi PDF interattivi

Il sistema proposto da Sygest può essere utilizzato :

  • Da aziende meccaniche e manifatturiere :
    • – Per creare offerte d’acquisto ricambi mediante e-commerce (SalesPro)
      – Per produrre una lista dei ricambi necessari a portare a termine un intervento
  • Da rivenditori che, tramite e-commerce, potranno creare offerte per l’acquisto dei ricambi con un accesso a loro dedicato nel portale web

 

I manuali sono consultabili ed utilizzabili da mobile

I manuali sono consultabili sia su Tablet (Android) che iPad (iOs) grazie all’innovativa app iSpares, con le stesse funzioni sopra esposte per quanto riguarda la possibilità di ordinare i ricambi e la possibilità di riconoscere i pezzi tramite lettura del QR CODE.

 
 

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Modalità di apposizione della firma elettronica

Modalità di apposizione della firma elettronica

La Normativa Comunitaria uniforma le modalità di apposizione della Firma Elettronica

 
Modalità di apposizione della firma elettronica - Sygest SrlDal 17 settembre scorso è in vigore il Regolamento UE n. 910 del 2014, in materia di identificazione elettronica e servizi fiduciari per le transazioni elettroniche nel mercato interno, che disciplina le modalità di apposizione della firma elettronica a convalida di documenti con valore probatorio.

In Italia, già da diversi anni, per le imprese vale l’utilizzo della posta elettronica certificata e della firma elettronica avanzata dei documenti. Con le nuove regole si dovrà prestare particolare attenzione all’individuazione delle Autorità preposte alla generazione dei codici elettronici necessari per garantire l’elaborazione di tali documenti sicuri, cioé non ripudiabili da chi li ha prodotti, e alle modalità da adottare per qualificare e monitorare nel tempo queste Autorità.

A livello Europeo, il Regolamento, conosciuto come “eIDAS – electronic IDentification Authentication and Signature” permetterà di modernizzare le modalità per l’effettuazione di transazioni di diverso tipo. Per esempio, sarà possibile rilasciare dei certificati di conformità, sigillati con un’apposita marcatura, che avranno valore di legge e non potranno essere contestati. Si pensi, ad esempio, al grandissimo mercato delle marcature CE, che devono riguardare specifici dispositivi o attrezzature, non in modo generico, ma puntuale. A questo proposito, avrà un rilievo significativo il cosiddetto “sigillo elettronico qualificato”.

La nuova disciplina comunitaria rafforza il principio che un documento, per avere valore probatorio, deve avere caratteristiche di affidabilità giuridica indipendenti dal “materiale” con il quale è stato prodotto, che sia pergamena, carta o “carta virtuale”. Si pensi, a questo proposito, alla fatturazione elettronica, alle modalità oggi in essere per la conservazione sicura di tali documenti e di altri documenti, destinati, comunque a mantenere valore probatorio.

Sygest con la soluzione SyAxinel e il proprio supporto organizzativo, ha già intrapreso da diversi anni questa strada..

Per saperne di più, leggi il materiale proposto sul nostro sito.

 
 

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

AIFAG

AIFAG logo

AIFAG: l’Associazione Italiana Firma Elettronica Avanzata Biometrica e Grafometrica


AIFAG logo

AIFAG si pone l’obiettivo di promuovere e sostenere nel mercato delle firme l’adozione di standard sicuri e interoperabili e di stilare e fornire delle linee guida e delle best practice sull’utilizzo corretto della firma elettronica avanzata, biometrica e grafometrica.

Sygest Srl ha creduto insieme a tutte le persone giuridiche che hanno partecipato alla costituzione dell’Associazione (5 febbraio 2014) in quetsa iniziativa.

L’Associazione AIFAG si propone quindi come nuovo collettore di interesse per chi si occupa, dal lato della domanda o dell’offerta, delle diverse soluzioni di firma elettronica e come presidio permanente sulla materia che funga da intermediario con le istituzioni competenti e possa intrattenere con loro un dialogo e un confronto costante.

 

Per maggiori informazioni visita il sito di AIFAG (link).

 
 

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Iscriviti al Blog per ricevere tutte le news