Realtà Aumentata & Realtà Virtuale

Realtà Aumentata - Realtà Virtuale - Post Vendita | Sygest Srl

Realtà Aumentata e Realtà Virtuale a supporto dei servizi di Post Vendita

Il 5 Luglio Sygest ti aspetta a Viareggio per mostrarti le ultime novità di Virtual & Augmented Reality e Remote Real Time Assistance a supporto dei servizi di Post Vendita

Sygest ti invita all’evento che si terrà venerdì 5 luglio 2019 a Viareggio presso la sede del nostro partner Desys Srl (via della Vetraia, 7/11 – dalle 10:00 alle 13:00), in cui verranno presentate e testate applicazioni concrete di Realtà Aumentata (AR) e Realtà Virtuale (VR) sviluppate per i settori manifatturiero e dei servizi.


Realtà Aumentata - Realtà Virtuale | Sygest Srl

La Realtà Aumentata è la sovrapposizione di livelli informativi (grafica e video 2D, 3D, audio) all’ambiente reale. Le informazioni testuali, visuali e auditive si aggiungono alla realtà attraverso una postazione dotata di webcam (workstation, PC, Mac), dispositivi mobili con fotocamera (smartphone, tablet) o particolari tipi di visori (smart glasses).

“L’occhio digitale” riprende l’ambiente circostante e interagisce in tempo reale con il software, che rielabora il flusso video e aggiunge contenuti multimediali che si integrano al contesto, arricchendolo attraverso funzionalità di tracciamento e geolocalizzazione.

La Realtà Virtuale nasce dalla collaborazione tra dispositivi hardware e software nel creare uno spazio virtuale (un mondo simulato e tridimensionale che agli occhi dell’utente appare reale) all’interno del quale la persona può muoversi liberamente. Per poter accedere e interagire con questo mondo digitale è necessario disporre di visori VR.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedintumblrmail

GDPR – Scaduto il periodo di tolleranza

GDPR - Gestione visitatori azienda | Sygest Srl

GDPR – Termina il periodo di tolleranza: dal 20 maggio 2019 sanzioni più salate per i trasgressori

Lo scorso 19 maggio 2019 è scaduto il periodo di prima applicazione del GDPR (General Data Protection Regulation) ovvero il Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali, in cui il legislatore aveva previsto un “periodo di tolleranza” sull’applicabilità delle sanzioni previste dalla normativa.

Per chi non rispetta le regole imposte dal GDPR potranno quindi essere applicate le sanzioni massime previste, senza più nessun attenuante. Si conclude così il periodo definito “di moratoria” (in cui le multe sono state più leggere) stabilito per consentire ad utenti ed aziende di potersi adeguare al nuovo regolamento.

Il GDPR, che rappresenta il nuovo Codice della Privacy applicabile in tutti gli Stati Membri dell’Unione Europea, stabilisce le normative in materia di privacy e introduce obblighi per il Titolare e il Responsabile del trattamento, disciplinando di conseguenza l’intero approccio gestionale di aziende e Pubbliche Amministrazioni nell’ambito del trattamento dei dati.

Per chi viola il GDPR sono previste sanzioni molto salate: i massimali per le società commerciali prevedono il 4% del fatturato, mentre, nel caso di partiti, associazioni e pubbliche amministrazioni, fino a 20 milioni di Euro.

Sono stati già annunciati i controlli programmati da parte del Garante della Privacy, svolti con il supporto della Guardia di Finanza. Nei prossimi sei mesi, saranno sotto la lente d’ingrandimento tutte quelle realtà che utilizzano programmi per raccogliere dati e fidelizzare gli utenti, come: le società commerciali che possiedono sistemi di carte fedeltà, le Grande Distribuzioni, società di lusso, trasporti, telecomunicazioni, banche.

Ulteriori verifiche riguarderanno anche coloro che fanno attività di marketing profilando gli utenti. Ovviamente ci saranno anche dei controlli non programmati, affidati al caso o attraverso segnalazioni e altri canali: il concetto che si vuol far passare è che nessuno possa considerarsi indenne dall’essere controllato.

Per le aziende comunque nulla è cambiato, soprattutto dal punto di vista pratico: in caso di irregolarità accertate verranno applicate le sanzioni “piene” previste dal GDPR, senza più l’applicazione di una riduzione più o meno soggettiva.

Clicca sui seguenti riferimenti per leggere il testo integrale del GDPR – Regolamento (UE) 2016/679 (link) e del Decreto Legislativo n. 101/2018 (link).

Per approfondire il discorso del GDPR: leggi l’articolo del nostro BLOG.

 

QenteR® Suite – La soluzione in cloud per la gestione degli accessi dei visitatori in azienda


GDPR - QenteR Suite - Gestione accessi visitatori | Sygest Srl

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedintumblrmail

Digital Advanced Visualization – Tavola rotonda

Digital Advanced Visualization - Documentazione 3D | Sygest Srl

Il futuro della Digital Advanced Visualization: tavola rotonda organizzata da Sygest

Venerdì 7 giugno 2019 Sygest organizza presso la propria sede (Via Luciano Lama, 10 – Lemignano di Collecchio – PR) una tavola rotonda per presentare la nuova release della soluzione Digital Advanced Visualization (DAV).

L’ing. Giuseppe Naummi e l’ing. Jessica Respighi illustreranno ai presenti le ultime funzionalità implementate e quelle in essere della Digital Advanced Visualization (DAV), analizzando successivamente tutti gli eventuali sviluppi futuri.

Per iscriversi e partecipare gratuitamente all’incontro basta inviare una e-mail all’indirizzo e.corradini@sygest.it.

 

Gestione interattiva della ricambistica in 3D e documentazione associata

Digital Advanced Visualization (DAV), inclusa nella SYS Suite® di Sygest, è l’innovativa applicazione che consente la gestione interattiva della ricambistica in formato 3D e della documentazione associata, visualizzando le informazioni relative ai singoli componenti della distinta base.


Digital Advanced Visualization - SYS Suite | Sygest Srl

Digital Advanced Visualization permette all’azienda di aumentare il proprio livello di efficienza legato al service e alla ricambistica, consentendo una navigazione progressiva all’interno del modello 3D della macchina, individuando il componente necessario e mettendo in evidenza le caratteristiche dello stesso con i relativi codici.

Pertanto Digital Advanced Visualization si rivela essere uno strumento indispensabile sia nella fase di costruzione e assemblaggio della macchina che in quello di post-vendita, come visualizzatore di officina e gestore visuale dei pezzi di ricambio.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedintumblrmail

MECSPE 2019 – Resoconto

MECSPE 2019 - Resoconto della Fiera per l'Industria 4.0 | Sygest Srl

MECSPE 2019 – Ottima tre giorni espositiva per Sygest

Si è conclusa da poco più di un mese la 18ª edizione del MECSPE 2019 (28-30 marzo – Fiere di Parma) il più grande appuntamento nazionale dedicato alle eccellenze tecnologiche applicate all’Industria 4.0, un raccordo sinergico tra le nuove tecnologie destinate alla produzione e le diverse filiere industriali.

Numeri alla mano MECSPE 2019 si è rivelata un grande successo, registrando la presenza di 56.498 visitatori certificati (+6% rispetto all’edizione 2018) e 2.355 aziende espositrici.

MECSPE 2019 è stata in grado di creare una virtuosa opportunità di matching tra gli stessi espositori dei diversi comparti presenti, fornitori e clienti dell’intera supply chain dell’industria manifatturiera, rappresentando un’importante occasione di business e di aggiornamento sulle tematiche legate all’innovazione.



Intervista realizzata dalla trasmissione Italia Economia all’Ing. Artemio Bisaschi (CEO Sygest)

 

Sygest, che ha preso parte alla fiera come espositore, ha colto l’occasione per presentare soluzioni e progetti innovativi sviluppati nel corso dell’ultimo periodo. MECSPE 2019 si è rivelata senza dubbio un’importante opportunità di dialogo e di confronto sia con gli utenti che hanno visitato lo stand, sia con le numerose realtà presenti.

Nel corso delle tre giornate di MECSPE 2019, Sygest ha illustrato ai visitatori la propria gamma completa di soluzioni software innovative ideate per il Service Management e la soluzione destinata al mondo dell’Automazione Industriale. In particolare, la nuova soluzione dedicata all’Automazione Industriale è in grado di ottimizzare l’interazione uomo-macchina (sviluppata secondo il modello dell’Industria 4.0) e di fornire un supporto completo e intuitivo, per eliminare i tempi di fermo macchina.

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedintumblrmail

Analista Programmatore 4.0

Analista Programmatore 4.0 - IAL Emilia Romagna | Sygest

Analista Programmatore 4.0 per la Fabbrica Digitale – Corso gratuito organizzato da IAL (Innovazione Apprendimento Lavoro) Emilia-Romagna

IAL Emilia-Romagna, società di formazione professionale accreditata presso la Regione per tutte le tipologie di attività formative, organizza un corso gratuito per diventare analista programmatore 4.0, nel contesto legato alla Fabbrica Digitale.

Sygest® è una delle imprese partner che partecipa alla progettazione e realizzazione del progetto, da sempre in prima linea per sostenere attività di formazione orientate alla valorizzazione della cultura professionale, tecnica, tecnologica e scientifica dei diversi settori produttivi legati all’ambito dell’automazione industriale, sempre più influenzata dal modello dell’Industria 4.0.

 

Analista programmatore 4.0: la figura professionale

L’analista programmatore 4.0, partendo dall’analisi e valutazione delle caratteristiche tecniche del sistema da sviluppare e delle singole componenti software, interviene nei processi e nelle fasi successive che caratterizzano il ciclo di vita del prodotto. Sviluppa e collauda applicativi, amministrando le relative funzioni in esercizio all’interno di contesti fortemente innovativi.

È in grado di definire i task necessari al sistema e la pianificazione delle diverse fasi di sviluppo dell’applicazione partendo da una corretta e puntuale analisi del fabbisogno della committenza.

L’analista programmatore 4.0 gestisce, inoltre, lo sviluppo dei sistemi software relativi alle architetture e ai servizi di business intelligence, cloud computing e possiede competenze inerenti soft skill (flessibilità, capacità organizzativa, problem solving, comunicazione, project management, creatività, innovazione, digital trasformation e smart tecnhnologies, connettività, cyber security, sicurezza, ambiente, qualità).

Il programma completo del corso di analista programmatore 4.0 prevede l’approfondimento delle seguenti tematiche:

  • Sicurezza e cyber security
  • ICT e approccio alla programmazione gestione efficace della commessa software
  • Tecniche e strumenti di sviluppo del software: dalla commessa alla realizzazione
  • I linguaggi di programmazione Java, C#, scripting PHP

Read more

Condividi l'articolo su:

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedintumblrmail

Iscriviti al Blog per ricevere tutte le news