E-commerce: finanziamenti a fondo perduto 2021

Finanziamento per E-commerce: agevolazioni e contributi a fondo perduto dal 3 giugno 2021

A partire dal 3 giugno 2021 riapre il Fondo 394/81 di Simest, finalizzato allo scopo di supportare le imprese in tutte le fasi di crescita. Il bando prevede dei finanziamenti a fondo perduto per le tutte spese inerenti alla sviluppo di una piattaforma informatica di E-commerce realizzata in proprio o attraverso soggetti terzi (MarketPlace), per la distribuzione di beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano.

Si tratta di un finanziamento a tasso agevolato, a regime “de minimis”, dedicato a tutte le società di capitali (anche costituite in forma di “Rete Soggetto”), che abbiano depositato presso il Registro Imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.

Il finanziamento è in grado di coprire fino al 100% delle spese preventivate, fino a un tetto massimo del 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.

L’importo massimo finanziabile è di:

  • € 450.000,00 per la realizzazione di una piattaforma propria di E-commerce;
  • € 300.000,00 per l’utilizzo di un MarketPlace finalizzato al commercio elettronico fornito da soggetti terzi.

L’importo minimo finanziabile è invece pari a € 25.000,00 (in entrambi i casi) mentre la durata del finanziamento è di 4 anni, di cui 1 anno di pre-ammortamento, in cui si corrispondono i soli interessi e 3 anni di ammortamento per il rimborso del capitale e degli interessi; le rate sono semestrali posticipate a capitale costante.

Le spese ammissibili al finanziamento sono:

  • quelle relative alla creazione e allo sviluppo di una propria piattaforma informatica di E-commerce;
  • quelle relative alla gestione e/o al funzionamento della propria piattaforma di E-commerce o del MarketPlace;
  • quelle relative alle attività promozionali e di formazione, legate allo sviluppo del programma.

Sono finanziabili tutte le spese sostenute a partire dalla data di arrivo della domanda a SIMEST, fino a 12 mesi dopo la data di stipula del contratto di finanziamento (periodo di realizzazione).

L’impresa può ottenere fino al 50% del finanziamento (nel limite di 800mila euro di aiuti di stato ricevibili) a fondo perduto. Sulla quota restante è applicato un tasso di interesse fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria.

 

Web Spare Parts – la soluzione E-commerce B2B per la gestione e vendita dei ricambi

Web Spare Parts (modulo di SYS Suite®) è la soluzione di E-commerce B2B sviluppata da Sygest per la vendita e la gestione delle parti di ricambio.

Un portale web che dà la possibilità di:

  • pubblicare cataloghi ricambi interattivi sia 2D che 3D;
  • gestire le offerte;
  • vendere le parti di ricambio;
  • gestire le documentazioni di vendita e post‐vendita.

Web Spare Parts, creato in ottica Industria 4.0, permette all’azienda produttrice di collegare la diagnostica e la manutenzione delle macchine, mostrando il componente guasto e le modalità di riparazione.

Una soluzione assolutamente innovativa che combina insieme 2D e 3D, fornendo all’azienda la possibilità di usare tutta la documentazione in suo possesso. Web Spare Parts è inoltre multi-lingua, ha un’interfaccia responsiva user-friendly (può essere utilizzata su qualsiasi dispositivo: PC, tablet, smartphone) e si interfaccia con l’ERP aziendale.

 

Info e contatti

Per ricevere tutti i dettagli in merito finanziamento per E-commerce e alla soluzione Web Spare Parts ti invitiamo a scrivere una e-mail all’indirizzo e.corradini@sygest.it. Visita il sito web di Sygest: www.sygest.com.

 
 

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *