Credito d’imposta 2020

Credito d’imposta 2020 – Il nuovo incentivo fiscale per le aziende

Dal 1° gennaio di quest’anno è entrato in vigore il nuovo credito d’imposta 2020, che sostituisce l’iper e super ammortamento (previsti fino allo scorso anno) per gli investimenti in beni strumentali e rappresenta un importante incentivo economico per tutti i soggetti interessati allo sviluppo tecnologico.

Il credito d’imposta 2020 è una delle novità più importanti approvate all’interno della nuova Legge di Bilancio e serve a supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio italiano.

Questo contribuisce a rendere più competitive le imprese grazie a investimenti nella connessione tra sistemi fisici e digitali attraverso macchine intelligenti, nell’elaborazione di big data e nella loro implementazione in tempo reale all’interno dei processi produttivi.

 

Credito d’imposta 2020: investimenti in beni strumentali

Il credito d’imposta 2020 prevede delle percentuali del 40%, 20%, 15% e 6% che variano a seconda della tipologia di investimenti:

  • Credito d’imposta del 40% o 20% del costo, in base all’importo dell’investimento, per gli investimenti che si configurano come progetti Industria 4.0;
  • Credito d’imposta del 15% del costo, per gli investimenti in servizi e software digitali;
  • Credito di imposta del 6% del costo, per gli investimenti in beni strumentali (ex super ammortamento).

Vale la pena ricordare che, per i beni acquistati nel 2020 ma ordinati solo nel 2019 con il pagamento dell’acconto del 20%, il testo dell’emendamento (e nello specifico i commi 13, 14 e 15) non si applicherà alla nuova normativa.

 

Credito d’imposta del 40% e 20%: investimenti in beni 4.0

Per gli investimenti in beni strumentali materiali tecnologicamente avanzati (vedi Allegato A, legge 11 dicembre 2016, n. 232) è riconosciuto un credito d’imposta nella misura del:

  • 40% del costo, per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di Euro;
  • 20% del costo per la quota di investimenti oltre i 2,5 milioni di Euro e fino al limite complessivamente ammissibile (10 milioni di Euro).


 

Credito d’imposta del 15%: investimenti in servizi e software

Per gli investimenti in beni strumentali immateriali funzionali ai processi di trasformazione 4.0 (Allegato B, legge 11 dicembre 2016, n. 232, come integrato dall’articolo 1, comma 32, della legge 27 dicembre 2017, n. 205) è riconosciuto un credito d’imposta nella misura del:

  • 15% dell’investimento, nel limite massimo ammissibile (70 mila Euro).
    Si considerano agevolabili anche le spese per servizi sostenute mediante soluzioni di cloud computing, per la quota imputabile di competenza.

Il credito d’imposta 2020 dovrà essere utilizzato in compensazione, in 3 quote annuali, anziché in 5 come avviene per i beni materiali.

 

Credito d’imposta del 6%: altri beni materiali

Per investimenti in altri beni strumentali materiali, diversi da quelli ricompresi nel citato allegato A, è riconosciuto un credito d’imposta nella misura del:

  • 6% dell’investimento, nel limite massimo ammissibile (2 milioni di Euro).

Il credito d’imposta 2020 è utilizzabile esclusivamente in compensazione in cinque quote annuali di pari importo, ridotte a tre per gli investimenti in beni immateriali, a decorrere dall’anno successivo a quello dell’avvenuta interconnessione per i beni di cui agli allegati A e B, ovvero di entrata in funzione per gli altri beni.

Il credito d’imposta 2020 è cumulabile con altre agevolazioni che abbiano a oggetto i medesimi investimenti, nei limiti massimi del raggiungimento del costo sostenuto.

 

Normativa completa

 

Credito d’imposta 2020: le soluzioni proposte da Sygest

In merito ai provvedimenti innovativi introdotti dal credito d’imposta 2020 e riguardanti i beni immateriali, segnaliamo le proposte software di Sygest che rientrano nelle disposizioni dell’allegato B e di cui potrà beneficiare l’utilizzatore finale.

  1. Packing List Photo – soluzione per creare una packing list del materiale spedito all’interno di casse o pallet, con associate le relative fotografie. Viene curata nei minimi particolari quella che è la spedizione di materiale: sfruttando le nuove tecnologie (tablet e smartphone), in grado di leggere il QR-CODE, l’utente, puntando il dispositivo sul codice applicato alla cassa, potrà visualizzare le immagini associate a ogni articolo in essa contenuto. L’attenzione attribuita a questa fase garantisce un elevato controllo tra materiale spedito e preparato dall’imballatore, evitando fermi in dogana, contestazioni da parte dei clienti, errori di spedizione e costi aggiuntivi relativi a ritardi e/o rispedizioni.

  2. MdM 4.0 (Machine-driven Maintenance) – soluzione altamente innovativa di manutenzione preventiva evoluta, ideata per il settore dell’industria metalmeccanica. Un sistema capace di mostrare in tempo reale graficamente, sul modello 3D della macchina, sia le criticità correnti che il tipo di manutenzione necessaria. Durante l’interazione tra le macchine e il software DAV, tutti i dati generati vengono trasmessi e immagazzinati in cloud allo scopo di supportare, nel modo più efficiente ed efficacie possibile, tutte le future decisioni strategiche e operative, intervenendo proattivamente sull’impianto.

    L’intento è quello di eseguire un intervento manutentivo di revisione, sostituzione o riparazione prima che si manifesti il guasto effettivo. Questo tipo di manutenzione, eseguita a intervalli predeterminati e sfruttando le informazioni ricavate dai sensori posti sulle macchine, ha l’obiettivo di ridurre le probabilità di guasto o degradazione del funzionamento di un’entità. Grazie all’elevato livello di automazione fornito, la soluzione MdM 4.0 (Machine-driven Maintenance) si pone come obiettivo quello di rendere più forte e coeso il rapporto di collaborazione tra i vendor di macchine industriali e i loro clienti, puntando in maniera decisa sul paradigma del service 4.0.

Info e contatti

Per ricevere informazioni sulle soluzioni Packing List Photo e MdM 4.0 (Machine-driven Maintenance) e per ricevere ulteriori approfondimenti sulle disposizioni del credito d’imposta 2020, scrivi all’indirizzo e-mail e.corradini@sygest.it o visita il nostro sito web www.sygest.com

 
 

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *