Bando Progetti di Introduzione di ICT

Bando Finanziamento Progetti di introduzione di ICT nelle imprese – (POR FESR 2007/13 – Asse 2 )

 
Bando Progetti di Introduzione di ICT- Sygest

In riferimento all’apertura (1 febbraio 2015) del Bando Progetti di Introduzione di ICT nelle Imprese – (POR FESR 2007/13 – Asse 2 ), l’Unione industriali di Parma ha segnalato gravi difficoltà nella presentazione della domanda per una serie di ragioni legate ad informazioni incomplete o imprecise nel bando, per errori nella modulistica e per il cattivo funzionamento del sistema informativo nei primi due giorni di apertura.

 

In particolare :

  • la previsione del limite di 2.000 caratteri nel format della relazione tecnica, non era scritta nel bando e a quanto pare non è più stata richiesta poco dopo l’apertura
  • l’impossibilità di utilizzare alcuni caratteri speciali, come parentesi e punti elenco, senza che ciò fosse indicato nelle linee guida per la compilazione
  • alcuni ulteriori ostacoli tecnici (firma digitali, indirizzi PEC) nella compilazione della modulistica

 

La modulistica inoltre è stata resa disponibile solo poche ore prima dell’apertura del bando, non rendendo così possibile un’adeguata preparazione delle domande ed il loro tempestivo inoltro.
Ci risulta che alcune imprese abbiano addirittura rinunciato ad inoltrare la domanda in relazione a tali difficoltà.

In collaborazione con Confindustria Emilia Romagna, sono state evidenziate alla Regione tali criticità, sottolineando la gravità di quanto accaduto, al punto da ravvisare elementi tali da pregiudicare la regolarità stessa del bando.

Contestualmente, per il tramite di Confindustria Emilia Romagna, sono state proposte alla Regione di eliminare dai criteri di priorità, seppure previsto nei soli casi di parità di punteggio, il criterio dell’ordine cronologico di presentazione.

In ogni caso, come già indicato, il bando resterà aperto fino al 31 marzo 2015.
Infine, alcune delle imprese che non erano riuscite a presentare domanda nelle prime ore di apertura, hanno poi confermato di essere riuscite ad inoltrare la pratica successivamente, avendo poi avuto da parte della Regione, la conferma del corretto invio.

 
 

Condividi l'articolo su:

Facebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al Blog per ricevere tutte le news